L’altruismo. La cultura, la genetica e il benessere degli altri

25.40 CHF

David S. Wilson

Traduttore: A. Migliori
Editore: Bollati Boringhieri
Collana: Saggi. Scienze
Anno edizione: 2015
Pagine: 162 p., brossura

1 disponibili

COD: SOC/POL-2 Categorie: ,

Descrizione

Se tra mille altruisti nascesse un egoista, alla lunga sarebbe lui a vincere: tutti si prodigherebbero anche per il suo bene mentre lui non sprecherebbe le proprie energie per gli altri. Col tempo diventerebbe il più forte del suo gruppo e nella competizione per la vita trionferebbe, facendo più figli, che a loro volta erediterebbero il suo egoismo, propagandolo ulteriormente. L’altruismo si estinguerebbe in fretta dalla faccia della terra. Invece l’altruismo c’è, nell’uomo come negli animali. Come spiegare questo dilemma? David Sloan Wilson è il biologo che ha dato una risposta a questo antico rompicapo evoluzionistico (ma anche sociale e politico). Inutile e fuorviante concentrarsi sulla definizione di “altruismo”: qui si parla in maniera non equivoca di azioni altruistiche e non di pensieri o sentimenti altruisti, ben difficili da definire. Un’azione è altruistica se non avvantaggia chi la compie (o addirittura lo danneggia) mentre avvantaggia chi la riceve. Per anni si è tentato di dare una spiegazione a questo comportamento apparentemente autolesionista negandone di fatto l’esistenza: un atto a prima vista altruista veniva analizzato dal punto di vista del gene (un gene “egoista”, appunto), per mostrare che in realtà non è tale; vista con gli occhi del gene, la morte di un individuo può essere vantaggiosa se altre copie identiche dello stesso gene sopravviveranno , in altri individui…

Informazioni aggiuntive

Peso 0.291 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’altruismo. La cultura, la genetica e il benessere degli altri”